Erika libera: è giusto così

 

 

Ci siamo. Erika è una donna libera. Ha ucciso la madre e il fratellino a coltellate. Ha commesso il più atroce dei delitti. È stata condannata a sedici anni di carcere. Grazie a indulto e buona condotta, Erika ha scontato la sua pena. E circa undici anni dopo quella maledetta sera può finalmente riassaporare la libertà. È giusto così, è importante che sia così. Erika ha tutto il diritto di ricostruirsi una vita. E non è tenuta a darci ulteriori spiegazioni o giustificazioni. Ha sbagliato, ha pagato quello che la giustizia italiana ha ritenuto lei dovesse pagare. Punto. Tutto il resto attiene a lei e alla sua coscienza.

Questa voce è stata pubblicata in Blog. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *